Volley Club B1 femminile, in posto quattro all’Elettromeccanica Angelini arriva Vecchi

Comunicato stampa n. 6

Cesena, 27.7.2023

Un’altra giovane alla corte di coach Lucchi

L’Elettromeccanica Angelini Cesena arruola un’altra giovane per il prossimo campionato di serie B1: in posto quattro arriva Valentina Vecchi, classe 2005 di Bagnacavallo.

180 cm, Vecchi inizia a giocare a pallavolo in quarta elementare nella sua città; poi in prima superiore si sposta alla Volley Academy di Ravenna dove partecipa ai campionati giovanili Under 14-16, giocando nel contempo in serie C. Dalla stagione 2019-20 trasloca all’Olimpia Teodora in serie B2; ad aprile 2021 fa il suo esordio in serie A2, nel tie break contro il Club Italia. In quell’estate arrivano anche le chiamate azzurre: partecipa a qualche collegiale del direttore tecnico delle attività giovanili Marco Mencarelli. Nel 2022 in Under 18 Valentina alla Final Four Regionale si rompe il menisco e non potrà così partecipare alle Finali Nazionali.

La scorsa stagione Vecchi ha giocato serie B1 con la maglia del Volley Bergamo 1991; ancora una volta in Under 18 è sfumato il suo sogno di arrivare alle finali Nazionali, perdendo la fase regionale al tie break contro Vero Volley.

«Si vede che arrivare alle finali Nazionali – commenta – non era il mio destino e vuol dire che devo raggiungere altri obiettivi, magari già dalla stagione che sta per iniziare».

Dopo un anno trascorso lontana, bellissimo ma impegnativo, si riavvicina a casa: «Ho giocato in passato qualche amichevole con Cesena, avvicinarmi a casa l’anno della maturità è sicuramente un valore aggiunto. Mi hanno parlato molto bene di coach Lucchi e finora non posso che confermare di aver avuto ottime sensazioni su di lui e su tutte le persone della Società che ho incontrato».

Giovane ma non troppo quando si parla di campionato, Vecchi si dimostra molto concentrata: «Sarà il mio secondo anno in B1, spero di avere sempre più spazio per crescere tecnicamente e maturare all’interno del gruppo, nelle dinamiche di squadra. Sono una giocatrice pignola, è difficile che io mi accontenti quindi sono pronta a lavorare sodo e non vedo l’ora di cominciare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *