Volley Club B1 femminile, l’Elettromeccanica Angelini Cesena cade sotto i colpi di Corridonia

Non bastano i 24 punti di capitan Benazzi

L’Elettromeccanica Angelini non trova le conferme che cercava: nel decimo turno del campionato di serie B1, le cesenati cadono sotto i colpi di Corridonia 1-3 (26-24, 25-27, 17-25, 12-25). Le bianconere partono di slancio nel primo set, subiscono comunque sul finale la rimonta delle avversarie e si trovano ad inseguire le marchigiane per tutto il resto della partita. Scricchiola la ricezione e troppi errori in attacco: questa la prima analisi di un match che lascia l’amaro in bocca.

Nel primo parziale parte forte Cesena (4-0) sul turno al servizio di Caniato, il muro cesenate è un’arma efficace (21-16); a questo punto le bianconere subiscono la rimonta avversaria (21-20), Di Arcangelo deve rincorrere le ricezioni imprecise, le marchigiane si ritrovano in mano la palla del set point ma la piazzata lunga di Polletta manda tutti ai vantaggi (24-24); due errori consecutivi delle avversarie chiudono il set 26-24.

La seconda frazione di gioco si apre con lo strappo di Corridonia grazie anche a diverse imprecisioni bianconere (2-7); le marchigiane spingono in attacco e coach Lucchi a metà set ha già esaurito i time out; Gennari stringe in fast (11-14), Benazzi si carica la squadra sulle spalle e a muro da sola trova due punti consecutivi pesantissimi (17-19, 18-19), poi Di Arcangelo centra il pareggio con un ace (19-19). Si gioca punto a punto e si torna ai vantaggi, Benazzi scaglia un missile in pipe (25-25), poi Parise viene murata e la parallela di Corridonia va giù (25-27).

Nel terzo set non c’è battaglia (1-5, 7-14): Cesena soffre in ricezione e coach Lucchi inserisce Evangelisti e D’Aurea; Corridonia continua a martellare dai nove metri e riesce ad imporsi anche a muro; Benazzi è l’ultima ad arrendersi con i suoi due ace sul finale (17-24); è un errore bianconero a regalare il set 17-25.

L’ultimo parziale vede le bianconere sempre sotto (3-7); entrano Pasini e Conficoni, ma gli errori di Cesena sono troppi (8-18); esce il pallonetto di Polletta (11-22) e Corridonia continua ad affondare colpi (11-24); un attacco out bianconero manda in archivio la partita 12-25.

A livello individuale, prestazione sontuosa da parte di capitan Benazzi che va a segno 24 volte con 4 muri, 2 ace e il 39% di positività in attacco. In doppia cifra anche Gennari (11, di cui ben 6 muri) e Parise (10, di cui 2 ace).

L’Elettromeccanica Angelini rimane ferma a quota 10 punti in classifica, scivolando in nona posizione a +2 dalla zona rossa; sabato sarà impegnata nell’ultima gara prima della sosta natalizia sul campo di Altino, quarta della classe.

Il tabellino

Elettromeccanica Angelini Cesena – Corridonia 1-3

(26-24, 25-27, 17-25, 12-25)

ELETTROMECCANICA ANGELINI CESENA: Calisesi (L1), Parise 10, Di Arcangelo 3, Gennari 11, D’Aurea 1, Pasini, Bellini, Polletta 8, Guardigli 1, Benazzi 24, Conficoni, Caniato 6, Evangelisti (L2). All. Lucchi.

CORRIDONIA: Gobbi 15, Zannini (L1), Paparelli 3, Patrassi 3, Grilli 5, Partenio 9, Romani, Giorgi, Rita 9, Borsella (L2), Gatta 18; ne: Mercanti. All. Messi.

Note

Durata set: 29’, 31’, 24’, 22’

Battute vincenti: Cesena 8, Corridonia 7. Battute sbagliate: Cesena 10, Corridonia 6.

Muri: Cesena 11, Corridonia 9. Errori: Cesena 39, Corridonia 16.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *